Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » La Cooperativa “Il Lecceto” ha vinto l’Oliva d’Oro

Migliaia di persone hanno sfidato la tramontana ed il freddo intenso (appena mitigato dal sole) per partecipare alla giornata conclusiva di “Olio novo di podere”, la festa che consente di degustare in anteprima l’extravergine di oliva del raccolto 2009.

Come ha affermato il Sindaco Franca Muzzi, si tratta della prima manifestazione del genere in Italia e, secondo alcune fonti, addirittura del mondo. Ma non è il record di precocità della produzione dell’olio novo che questo territorio insegue; l’obiettivo costante è invece quello della qualità abbinato alla tipicità ed il tradizionale “crostino” ha confermato che la strada fin qui percorsa è quella giusta.

Alle presenza dei Sindaci dei Comuni gemellati di Marone (Brescia) e Poggio S.Marcello (Ancona), Franca Muzzi ha consegnato il premio “Oliva d’Oro”, intitolato alla memoria di Giordana Carpi, ex – Sindaco prematuramente scomparsa, che è stato assegnato alla Cooperativa “Il Lecceto” rappresentata dal presidente Raimondo Motzo, intervenuto alla cerimonia nonostante i postumi di un incidente.

La cooperativa raccoglie 65 produttori e propone un extravergine d’oliva, denominato “Olio di podere”, che vanta la doppia certificazione, Toscano IGP e Biologico.

Il premio è stato idealmente dedicato a Michela Bindi, giovane componente della cooperativa recentemente scomparsa, e a Vittorio Cenni, uno dei fondatori di questa importante realtà imprenditoriale e culturale.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com