Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » A Castiglion Fiorentino, Frankenstein ossia Il Prometeo moderno

Al Comunale di Castiglion Fiorentino, mercoledì 27 gennaio, verrà proposto il Frankenstein di Stefano Massini, che, fedele al materiale originale, mette in primo piano la sconcertante umanità della Creatura, scaraventata nel mondo con un bagaglio di inestricabili domande. La sua dolorosa solitudine è la chiave del testo e illumina a posteriori perfino il tortuoso percorso del giovane Victor verso la creazione. Così Stefano Massini commenta la sua opera:“Difficilmente chi assisterà a questo Frankenstein troverà quello che aspetta. Perché le numerose rese cinematografiche hanno stratificato nel corso degli anni un'idea piuttosto fuorviante del pioneristico testo di Mary Shelley, condannato suo malgrado a consacrarsi come icona horror di dubbio gusto. In un gioco continuo di ribaltamenti e specchi, ci troviamo davanti alla tormentata continuità che lega la passione prometeica del ventiquattrenne Victor alla desolata diversità della sua Creatura, la cui rabbiosa protesta è la protesta dell'Uomo contro i limiti – di ogni tipo – che lo attanagliano. Ho scritto la mia versione teatrale di Frenkenstein con irrispettoso rispetto. Del testo originale mi sono sforzato di mantenere le atmosfere, i colori, la decadente freddezza dell'ultimo Settecento, optando però per una radicale rivoluzione di punto di vista: a tessere le trame della storia è stavolta la Creatura, il cui umanissimo viso impera sulla scena come un lungo primo piano, capace di evocare – come in un lucido atto d'accusa – perfino la nascita del suo stesso Creatore.E le tappe dell'esperimento di Victor prendono forma – un indizio dopo l'altro - con i tratti lucidi delle tavole enciclopediche, in un mosaico fitto di personaggi che negli occhi della Creatura assommano tutte le miserie della condizione umana.Sarà il racconto della Creatura, grande maschera dominante sulla scena attraverso la proiezione del volto di Sandro Lombardi, a far prendere vita ai personaggi di questo mio Prometeo moderno”.Per la prevendita, Pro Loco 0575-658278. Fondazione Toscana SpettacoloTeatro Metastasio Fondazione - Stabile della ToscanaTeatro delle Donne Centro Nazionale di Drammaturgiascritto e diretto da Stefano Massiniin collaborazione con Festival della Creatività 2008liberamente tratto da il libro di Mary Shelleyscene di Laura Benzicostumi di Micol J. Medda e Caterina Bottaipartecipazione straordinaria di Sandro Lombardi dà viso e voce alla Creaturacon Luisa Cattaneo, Silvia Frasson, Amerigo Fontani, Alessio Nieddu, Daniele Bonaiuti, Simone Martini, Antonio Fazzini, Roberto Posse
DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com