Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Tutto il corpo dei vigili per l?ultimo giorno di servizio del

Le belle storie fanno bene al cuore, specie nei giorni di festa come questi e chiudere (aprire) l’anno sotto i buoni auspici è quanto di più straordinario ogni cittadino s’aspetta dalla società in cui vive. Ferranti Ciolfi – soprannominato da tutti, oramai, il “vigile buono” – oggi ha “smontato” definitivamente dal servizio, dopo vent’anni passati nel suo paese, Radicofani, a vigilare, controllare, sollecitare, ma mai a “sferzare” multe a nessuno (a dire il vero ne avrà fatte tre o poco più, in tutta la carriera). «Oggi alle due smonto - ha affermato Ciolfi, durante i festeggiamenti, per il suo ultimo giorno di lavoro, nella sala consiliare del Comune di Radicofani – credo che l’amministrazione ora cambierà le chiavi della porta del Comune, perché io sono sempre stato per la “prevenzione”, è stato lo spirito con cui ho operato tutta una vita e con questo spirito lascio il servizio e “smonto”».

«Ciolfi ha fatto così poche multe – ha affermato il sindaco, Andrea Bonsignori senza discorsi ufficiali ma come in una festa tra “vecchi” amici – da ricevere talvolta anche alcuni “moniti” da noi amministratori; spesso gli abbiamo chiesto di essere meno comprensivo e più operativo – nel rispetto della legge s’intende. Mi ricorderò per sempre, della prima multa che ha fatto a un signore di Montepulciano; quel primo malcapitato, si arrabbiò così tanto che addirittura mi scrisse una “letteraccia” che ancora conservo. Ciolfi credo sia stato un esempio di “civiltà” e mi auguro che questo modo di operare possa continuare ad essere condiviso». «Va in pensione un collega eccezionale, ma soprattutto un "amico" - afferma commosso il Comandante dei Carabinieri della stazione di Radicofani, Pietro Polidori presente ai festeggiamenti».

Ma lo spirito e – potremmo dire - la “filosofia” di servizio di Ciolfi sarà sicuramente proseguito, visto quando afferma il neo-comandante del Corpo della Polizia Municipale “Amiata Val d’Orcia” (il primo esempio di corpo con la gestione globale del servizio di vigilanza unificato in tutta la Toscana). «Vorremmo lavorare molto sulla prevenzione – afferma il comandante Simone Bonucci – partendo dai bambini delle scuole materne, su su, fino a quelli delle scuole superiori. In quest’area del senese è partita una sperimentazione – a mio avviso eccezionale – la gestione unificata del servizio di vigilanza di un territorio che comprende: Abbadia San Salvatore, Castiglione d’Orcia, Pienza, Radicofani e San Quirico d’Orcia. I 12 vigili (più 3 a tempo determinato), sono tutti molto preparati e dovranno operare in un territorio molto ampio e abbiamo organizzato un servizio che garantirà la presenza e disponibilità di vigili 24 ore su 24. A questo proposito abbiamo attivato anche un nuovo numero telefonico, sempre operativo (notte e giorno): 0577.881003».

Ora che dal primo gennaio 2004, però, non ci sarà più il “vigile buono” ma “tanti” vigili al servizio di tutti i cittadini, in questo lembo di terra estremo del senese e della Toscana, il “nuovo” corpo inizierà a “sperimentare” un servizio che può sembrare una “utopia” – come quella ipotizzata mezzo secolo fa dal grande filosofo Tommaso Moro – ma in realtà, vuole proprio essere l’inizio – o meglio il proseguimento – di un modo di operare, quello che mette al primo posto le esigenze del cittadino: una “utopia” che dovrebbe diventare realtà, non solo in queste terre.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com