Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Jazz Cocktail

Torna il «Jazz Cocktail». E’ stato presentato oggi 9 marzo in conferenza stampa il cartellone dell’edizione 2004 di questa importante rassegna musicale. L’assessore alla Cultura del comune di Poggibonsi Rossella Merli ha portato i saluti del sindaco Luca Rugi che ha voluto sottolineare l’importanza e il prestigio di questo progetto. «Il Jazz Cocktail – ha esordito l’assessore Merli – è una realtà ormai consolidata sul territorio, che ha finito per legare il nome di Poggibonsi a quello del jazz. La rassegna infatti si inserisce all’interno del capitolo delle attività musicali del Comune che ruotano prevalentemente attorno alla musica classica e al jazz che ci qualifica come luogo di grande qualità».

Il programma, come tutti gli anni, vanta alcuni dei più importanti nomi della scena jazz nazionale e internazionale. «L’alta qualità della manifestazione è sempre stata una delle caratteristiche di questa rassegna - dichiara l’assessore Merli – tanto che può vantare ormai un affezionato pubblico che va ben oltre quello valdelsano. Inoltre, è molto importante il ruolo formativo svolto dal Jazz Cocktail che si manifesta sia nel forte legame con la scuola pubblica di musica di Poggibonsi, sia in iniziative collaterali come lo stage sulla voce che Francesca Breschi, una delle artiste della rassegna, terrà il 20 e il 21 marzo. Ma molto importante è anche il fatto che questa rassegna, che è un po’ il fiore all’occhiello dell’amministrazione poggibonsese, riesce a coinvolgere un pubblico vasto e principalmente costituito da giovani».

Il Jazz Cocktail è una iniziativa del Comune, dell’associazione Music Pool, dell’Associazione Timbre e della Scuola Comunale di Musica in collaborazione con Regione Toscana, Toscana Musiche e Siena Jazz. Presenti alla conferenza stampa, oltre all’assessore Rossella Merli, Gianni Pini per l’associazione Music Pool che cura la rassegna, Manuela Wolf e Luca Losi per l’associazione Timbre che gestisce il teatro Verdi.

Gianni Pini, dopo aver ringraziato il Comune di Poggibonsi per la sua lungimiranza nel portare avanti un progetto così importante, ha illustrato nel dettaglio i concerti che compongono il cartellone di questa edizione. Il «Jazz Cocktail» si apre quest’anno con due grandi concerti al Teatro Garibaldi per poi completare il programma con ben 4 appuntamenti ad un riorganizzato Teatro Verdi.

Giovedì 11 marzo alle 21.15 al cinema Garibaldi grande appuntamento con Maria Pia De Vita e Doctor 3 protagonisti di "Portrait of a lady", percorso jazzistico interno alla musica di Joni Mitchell, cantante e compositrice di culto per musicisti di ogni genere. Un progetto ambizioso e difficile perché va a toccare corde "sacre" della storiografia della più intelligente musica popolare moderna, una sorta di scommessa che mette in gioco sensibilità e poesia.

Martedì 23 marzo alle 21.15 sempre al cinema Garibaldi, sarà protagonista il pluripremiato quintetto di Dave Holland, sicuramente uno dei più autorevoli interpreti del jazz più attuale. Guidato da una delle leggendarie figure del jazz dimostra di aver trovato il punto d'incontro tra tradizione e modernità, scrittura ed improvvisazione, puntando su linee melodiche efficaci e tempi elaborati raffinati e coinvolgenti, mai imitazione passiva del mainstream. Con lui musicisti del calibro del sassofonista Chris Potter, del trombonista Robin Eubanks, del vibrafonista Steve Nelson, del batterista Nate Smith.

Il programma del Teatro Verdi parte il 19 marzo con un progetto originale di Francesca Breschi, vocalist ed attrice dalle doti raffinate, da anni sulla scena con Giovanna Marini, dotata di una straordinaria duttilità vocale, grande sensibilità e rigore, capace di inserirsi in un percorso di ricerca di sonorità nuove e contemporanee. A Poggibonsi si esibirà insieme al prestigioso Harmonia Ensemble e terrà anche un seminario sulla voce, curato dalla Associazione Timbre.

Aisha Ruggirei, leader di una originale formazione jazz al femminile, si esibirà il 26 marzo al teatro Verdi. Con loro sarà ospite il sassofonista Piero Odorici.

Stefano Battaglia sarà impegnato il 2 aprile, in trio con Paolino Dalla Porta e Fabrizio Sferra, naturale concretizzarsi di un percorso che si è sviluppato attraverso più di otto anni di lavoro. Dotati di lucidità tecnica superiore, i tre hanno stabilito un contatto speciale in cui da un lato di avverte l'incredibile plasticità e flessibilità musicale senza confini stilistici, dall'altra la pregnanza e lo spessore delle singole individualità con senso del rischio e piacere ludico.

Ultimo concerto il 9 aprile, quello di Barbara Casini che propone con il suo quartetto un repertorio composto da brani originali e da composizioni di autori brasiliani interpretati con quell’ottica jazz che da anni caratterizza la storia musicale di questa stimata cantante. Con lei il contrabbassista Raffaello Pareti, il batterista Francesco Petreni e Sandro Gibellini.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com