Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » L'Assunta del Vecchietta a Montemerano

Il volume, terzo della collana dedicata dalla Soprintendenza senese alla valorizzazione dell'attività di tutela, recupero e ricerca sul territorio, illustra il recente lavoro di restauro dell¹importante pala quattrocentesca, evidenziandone le particolarità tecniche e l¹altissima qualità di esecuzione.

Articolata in tre capitoli - il primo dedicato alla iconografia dell'Assunta, il secondo alla fortuna critica dell'opera, il terzo al lavoro di restauro vero e proprio ­ la pubblicazione è corredata da una ricca documentazione fotografica e di un¹aggiornata bibliografia.

L'autrice affronta il tema iconografico dell'Assunzione, anche in relazione all'importanza della figura della Vergine come simbolo religioso e civile della città di Siena, e ripercorre tutta l¹attività dell¹artista cogliendo le relazioni tra la pala lignea di Montemerano e le altre dello stesso soggetto, scolpite o dipinte dal Vecchietta nel corso della sua lunga esperienza: dalla famosa Assunta pientina del 1462 (per il Duomo voluto da Pio II) all'Assunta lignea conservata a Lucca nel museo di Villa Guinigi e ad altre preziose testimonianze di questa rara tipologia.

Il restauro, che ha riportato alla luce il modellato originale falsato dalle numerose ridipinture, le caratteristiche costruttive della pala e la raffinata eleganza della policromia, consente di confermare la pala di Montemerano come opera eseguita da Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta, la personalità più originale e innovativa del Quattrocento senese.

Alla presentazione al pubblico del volume (che si terrà sempre venerdì 21 maggio alle ore 17.30, presso la Soprintendenza), interverrà il prof. MARCO COLLARETA, docente di Storia dell'Arte Moderna dell'Università degli Studi di Bergamo e saranno presenti il Soprintendente Bruno Santi e l¹autrice del volume, Narcisa Fargnoli.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com