Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Poggibonsi, vestite durante la notte le 7 sculture di Gormley

«Dal momento che obiettivo di Gormley è quello di una continua interazione e integrazione tra le sue sculture e la città, si potrebbe dire che quello che è successo stanotte sia la dimostrazione giocosa che quell'obiettivo si sta realizzando».

Con queste parole Dario Ceccherini, assessore alle Politiche culturali del comune di Poggibonsi, commenta il 'gioco' di cui sono state oggetto le sette sculture di Antony Gormley installate in vari punti della città, che durante la notte sono state vestite di tutto punto. «Per usare la terminologia pertinente - continua Ceccherini - si direbbero installazioni sulle installazioni, una sorta di contributo ulteriore all'intervento dell'artista, non a caso definito "work in progress". Sicuramente invieremo la documentazione fotografica a Gormley che, conoscendolo, apprezzerà il gesto, e all'associazione "Arte continua". Mi sembra anche una risposta migliore di quel moralismo piagnone che l'arte contemporanea genera in alcune persone».

Le sette sculture in questione sono le installazioni temporanee dell'artista inglese Antony Gormley per la nona edizione di «Arte all'Arte», la manifestazione organizzata dall'associazione Arte Continua, curata da Achille Bonito Oliva e James Putnam, che vede il coinvolgimento di sei Comuni, tra cui Poggibonsi, oltre a Regione e Provincia. Le sette sculture 'rappresentano' sette cittadini poggibonsesi selezionati con il metodo più classico, attraverso un sorteggio fra circa ottanta persone. Ai sette cittadini sono stati fatti dei calchi su cui l'artista inglese ha poi realizzato le sculture finali, che sono state collocate in diversi luoghi della città, scelti ancora una volta da Gormley, che cercava spazi adatti all'intersezione, vie di comunicazione o zone che fossero un suggerimento della memoria dei cittadini. «Prima di autorizzare l'installazione - ricorda Ceccherini - è stata effettuata una ricognizione e una valutazione tecnica da parte dei nostri uffici e della polizia municipale con verifiche e controlli per la circolazione delle auto e dei pedoni».

Le sette sculture, che tanta curiosità hanno suscitato nella comunità poggibonsese, sono state vestite durante la notte in abiti e fogge diverse. «A dire il vero - conclude Ceccherini - c'è stato qualche errore: non è stato ben individuato il sesso delle sculture. Una lettura attenta dei cartelli avrebbe aiutato».


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com