Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Nuova legge sull'agriturismo

Fra le tante novità che porterà al mondo dell’agriturismo la nuova legge regionale di disciplina del settore una importante riguarda il procedimento di classificazione delle strutture. Con la nuova legge viene introdotta una specifica norma che, nell’attribuzione dei punteggi che concorrono a formare la classificazione degli agriturismi, riconosce un peso maggiore rispetto al passato agli aspetti propriamente rurali. La legge 76 del 1994, infatti, che la nuova normativa andrà ad abrogare, nell’assegnare i punteggi in base al quale venivano attribuite le famose spighe (l’equivalente delle stelle per le strutture alberghiere classiche) non considerava adeguatamente questo aspetto, fondamentale secondo molti, per valorizzare l’interconnessione fra agriturismo, attività agricola, territorio e tradizioni, insistendo invece sugli elementi riconducili ad un generico confort alberghiero.

Si potranno chiamare "agriturismo" solo quelli in cui l’attività agricola prevale su quella turistica. Saranno utlizzati tre criteri di valutazione: la prevalenza del reddito del lavoro agricolo su quello turistico, le ore di lavoro e gli investimenti nei due settori. Per chi non rispetta questi criteri sono previste sanzioni dai 2 mila ai 10 mila euro.

In Toscana, gli agriturismi sono 2600, con un flusso di ospiti che si aggira intorno ai 2 milioni all’anno. Il 30% dei posti letto nazionali sono in Toscana con un fatturato di 250 milioni di euro. L’Irpet ha rilevato che il settore agricoltura è in crescita in termini di occupazione, investimenti e export. La nuova legge che regole le attività agrituristiche consentirà all’agriturismo toscano di fare un ultriore salto di qualità, ma senza che questo implichi una perdita di identità delle imprese stesse.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com