Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Agriturismo: presenze in calo a Siena e Firenze, in controtendenza il resto dell

Nel 2004 le presenze negli agriturismo senesi sono calate del 20 per cento. Contemporaneamente, però, in provincia di Grosseto crescevano del 4 per cento. E’ questo uno dei dati illustrati dal Centro Studi Turistici di Firenze martedì sera a Siena, in occasione del Congresso provinciale di Assoturismo Confesercenti. La sigla sindacale del settore ricettivo, chiamata al rinnovo quadriennale dei propri rappresentanti, ha offerto l’opportunità per un confronto aperto e a tratti anche acceso tra gli operatori del settore, stimolati anche dagli aggiornamenti sulle evoluzioni del mercato. Benché già nota, ha destato clamore la sottolineatura sulle difficoltà del comparto extralberghiero: “Il territorio senese, insieme a quello fiorentino, è l’unico tra quelli toscani che l’anno passato ha subito cali nel turismo rurale -  ha evidenziato il Direttore del Cst, Alessandro Tortelli – del resto, nel Senese ci sono poco meno di mille strutture agrituristiche, ed il tasso di occupazione dei posti letto complessivi è in graduale calo fin dal ‘94”. Effetti di un difetto di programmazione, secondo molti dei presenti al congresso, sintetizzato dalla Responsabile Assoturismo Confesercenti Siena, Sonia Pallai: “si è iniziato a ragionare della necessità di un ‘regista’ per il turismo senese nello scorso autunno, ora il concetto deve prendere forma”.  Pallai ha anche fatto il punto sulle nuove proposte di approccio al turista, tra queste quella di valorizzare la singola struttura ricettiva come primo punto di informazione al visitatore, attraverso uno specifico “kit di benvenuto”.

Oltre a quello del Cst, altri interventi tecnici hanno caratterizzato il Congresso provinciale Assoturismo. Il Segretario generale di Confesercenti Siena, Valter Fucecchi, ha evidenziato la carenza di una vera stragegia turistica nazionale, data la scarsa efficacia degli investimenti in promozione al confronto con paesi simili come la Spagna. Il Direttore del Centro Assistenza Tecnica alle imprese, Carmine Diurno, ha premesso la volontà di incrementare nell’immediato futuro le iniziative di sostegno alle aziende per la qualificazione dell’offerta, e quindi per un miglioramento del rapporto qualità-prezzo.

Al termine del convegno, sono stati eletti i nuovi rappresentanti provinciali del settore turistico. Gaetano De Martino, ristoratore in Siena, è stato nominato Presidente della Fiepet, la Federazione dei pubblici esercizi; Leonardo Roghi, titolare di un’agenzia di viaggio a Torrita, sarà il nuovo presidente dell’Assoviaggi; Alido Aggravi, albergatore di Chianciano, quello dell’Asshotel.  Maurizio Banchetti, albergatore di Bagno Vignoni sarà invece il Presidente dell’Assoturismo, la sigla di raggrupppamento del settore.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com