Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato a Dicembre 2017
>> Dormire
>> Last minute 16 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Il Castello ospita le Guardie Svizzere

L'assessore Adriano Chiantini: «Papa Woytila partì proprio dalla banca di Monteriggioni per la sua visita a Siena. E per celebrare questo evento che abbiamo intitolato al grande pontefice la strada nei pressi della sede della banca».

Monteriggioni in festa per l'arrivo delle Guardie Svizzere. Domani, domenica 23 aprile, alle 15.30 settanta guardie svizzere faranno tappa al Castello di Monteriggioni lungo quella via Francigena che 500 anni fa li vide passare per la prima volta diretti a Roma. Era infatti l’anno 1506 quando papa Giulio II Della Rovere volle per la propria difesa personale duecento soldati dell’esercito svizzero.

La celebre cinta turrita ha accolto gli ospiti con una rappresentanza in costume medioevale per entrare ancor più nel clima del Rinascimento.

Oltre all'assessore Adriano Chiantini e ai rappresentanti del Comune e della Proloco, a ricevere i soldati pontifici, il parroco della locale parrocchia e l'ex presidente della Banca di Monteriggioni, Rodolfo Pistolesi, che ebbe l'onore di accogliere Giovanni Paolo II in occasione della sua visita senese.

«E' un momento significativo – spiega l'assessore Adriano Chiantini – che sottolinea il legame tra Monteriggioni e il Vaticano. Oltre alla presenza, domani, delle guardie svizzere, va ricordato che Papa Woytila partì proprio dalla banca di Monteriggioni per la sua visita a Siena. È per celebrare questo evento che abbiamo intitolato al grande pontefice la strada nei pressi della sede della banca».

Quella di Monteriggioni sarà la 17esima tappa che le Guardie del Papa faranno nel percorso che li porta dalla Svizzera, da dove sono partiti il 7 aprile, per arrivare nella Capitale in occasione del giuramento che si tiene il 6 maggio, giorno del sacco di Roma in cui persero la vita 147 guardie pontificie a difesa di papa Clemente VII della famiglia dei Medici.

Durante la visita a Monteriggioni, all'interno dei giardini pubblici è statoinaugurato un cippo a testimonianza del passaggio delle Guardie Svizzere.

 


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com