Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Siena per Duccio

Siena per Duccio "Duccio. Alle origini della pittura senese" Santa Maria della Scala e Museo dell'Opera, cripta del Duomo. Orario 9-9.30, venerdì e sabato 9-22. Catalogo: Silvana Editoriale.

A Siena dal 4 ottobre la prima grande mostra dedicata Duccio di Buoninsegna, l'illustre maestro, capostipite della scuola pittorica senese. L'esposizione dislocata su tre sedi: Santa Maria della Scala, Museo dell'Opera del Duomo e cripta del Duomo, presenterà dipinti, sculture, codici miniati, oreficerie offrendo un percorso attraverso l'arte del grande artista, a confronto con i suoi precedenti, contemporanei e seguaci. Fulcro dell'intera esposizione i due capolavori eseguiti dal maestro senese (1255-1319): la vetrata circolare della cattedrale, esposta dopo il restauro, e la grandiosa Maestà, considerata il più importante dipinto su tavola della pittura italiana.

Dalla produzione pittorica del Buoninsegna infatti, presero le mosse alcuni dei maggiori geni dell'arte italiana del Trecento, da Simone Martini ai fratelli Ambrogio e Pietro Lorenzetti.

La mostra, posta sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e dedicata ad Enzo Carli, è promossa da un Comitato costituito dalle più importanti istituzioni cittadine: Comune di Siena, Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. - Gruppo Bancario M.P.S., Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Opera della Metropolitana di Siena, Santa Maria della Scala - Istituzione del Comune di Siena, Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico e Demoetnoantropologico per le province di Siena e Grosseto, Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio per le province di Siena e Grosseto, Università degli Studi di Siena.

L'esposizione si avvale di un comitato scientifico straordinario composto da Alessandro Bagnoli della Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico e Demoetnoantropologico per le Province di Siena e Grosseto, da Roberto Bartalini e Luciano Bellosi dell'Università degli Studi di Siena e da Michel Laclotte, l'illustre storico dell'arte francese, già Presidente-Direttore del Musée du Louvre. Il direttore della mostra è Bruno Santi, Soprintendente per il Patrimonio Storico Artistico e Demoetnoantropologico per le Province di Siena e Grosseto.

Per approfondire la conoscenza dell'arte senese fra Due e Trecento, gli organizzatori hanno predisposto una serie di itinerari in città e nella provincia. Altre informazioni: www.duccio.siena.it


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com