Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato a Dicembre 2017
>> Dormire
>> Last minute 16 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Passerella sul fiume Elsa, depositata la sentenza del Tar

È ufficiale, il Tar ha respinto il ricorso presentato contro il Comune da una delle aziende che avevano partecipato all’aggiudicazione della gara di appalto per la realizzazione della passerella pedonale sul fiume Elsa in via San Gimignano. In questi giorni è stata infatti depositata presso la segreteria del Tribunale amministrativo la sentenza con cui si respingono le motivazioni della ditta Co.Me.Edil srl di Angri (Sa) che aveva fatto ricorso.

Questo consentirà di poter andare avanti con l’iter che porterà alla realizzazione della passerella. L’aggiudicazione della gara è stata effettuata oggi alla ditta Selp srl di San Quirico d’Orcia, mentre nelle prossime settimane sarà possibile stilare il contratto. Quindi la ditta dovrà redigere il progetto esecutivo che dovrà passare poi all’approvazione della Giunta. Si può, quindi, ritenere che i lavori inizieranno nei primi mesi del nuovo anno.

L’opera era stata inserita nel piano delle opere pubbliche del 2000 e il progetto, dal costo di circa 515mila euro, venne approvato il 28 dicembre dello stesso anno. Poi si passò al bando e quindi alla gara che si sarebbe dovuta aggiudicare nell’agosto 2001. Già prima che si arrivasse all’apertura delle buste, iniziarono una serie di contestazioni da parte delle ditte partecipanti. La gara venne sospesa e fu chiesto il parere dell’Autorità di vigilanza per i lavori pubblici, parere che è arrivato a novembre 2001. A febbraio del 2002 si procedette all’apertura delle buste con le offerte per arrivare all’aggiudicazione dei lavori. Ma ancora una volta una delle ditte non era d’accordo e fu presentato ricorso al Tar.

Nel maggio del 2002, il Tribunale ha accolto l’istanza di sospensione . Il 3 giugno scorso c’è stata l’udienza per decidere sul merito che ha dato ragione al Comune di Poggibonsi. Adesso è stata depositata la sentenza.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com