Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Canzoni e gag comiche per aiutare i ragazzi del Burkina Faso

“Chi ha in … cantato Robin Hood“ è lo spettacolo messo in scena da un gruppo di attori-cantanti dilettanti di Castellina Scalo che ha avuto il tutto esaurito al botteghino. Il ricavato andrà in beneficienza per una scuola nel paese africano.

Tre giorni di tutto esaurito. A Castellina Scalo, la commedia musical “Chi ha in … cantato Robin Hood“ è già un successo ai botteghini. In poche ore sono andati esauriti i 600 biglietti delle tre serate previste per lo spetacolo messo in scena da un gruppo di attori-cantanti dilettanti a Castellina Scalo.
La rappresentazione è prevista fino a domenica presso la sala dell’ex-cinema Lux. La trama, in chiave comica, è ispirata al leggendario eroe popolare inglese che rubava ai ricchi per donare ai poveri, immortalato da tanti film di successo anche con versione in cartoni animati di  Walt Disney. Gli interpreti sono sedici ragazzi e ragazze di Castellina Scalo, che presteranno le proprie voci per uno spettacolo di beneficenza il cui incasso verrà devoluto per finanziare la realizzazione di una scuola a Pikeoko nel Burkina Faso.
L’operetta  è stata messa in scena da un gruppo di amici, auto-nominatosi “Collettivo micifiondo”, che hanno trasformato la propria passione per il teatro in un lavoro durato più di un anno durante il quale hanno scritto la sceneggiatura, provato le parti, costruito le scenografie. Con l’appoggio del Comune di Monteriggioni, della Misericordia di Castellina Scalo, della locale parrocchia e dell’associazione della Festa dei Rioni, hanno dato vita a questa “tre giorni” di spettacolo e divertimento che probabilmente avrà un seguito con altre replice dello spettacolo, viste le numerose  richieste dei tanti esclusi.
La finalità dei fondi raccolti è quella di contribuire alla costruzione di un edificio scolastico in uno dei paesi più poveri dell’Africa, già generosamente finanziato dal Gruppo Etruria SMA di Badesse, allo scopo di combattere l’analfabetismo e dare così una speranza ai ragazzi del Burkina Faso.  


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com