Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Oltre 40 idee per l’uso originale del travertino, cuochi internazionali a Siena

Diventa realtà lo sviluppo del territorio attraverso la cooperazione europea di Eddt (Epine Dorsale du Developpement Territoriale), parte integrante del progetto Interreg IIIC, promosso e gestito da Eurobic Toscana sud. Si sono già concluse alcune proposte mentre altre stanno arrivando a termine. Turismo, mobile, produzioni tipiche sono i settori in cui si stanno ottenendo i primi risultati. Eddt, che prevede un investimento di oltre 700mila euro per il territorio, trasforma lo strumento della collaborazione tra territori diversi, ovvero la Toscana, il Portogallo con la regione Lisboa-Valle do Tejo, e la Francia con l’Alta Provenza-Costa Azzurra e Rhone-Alpes, in tante proposte che vedono protagonisti 30 soggetti tra enti, aziende, istituzioni diverse che cooperano. Tra questi, nel territorio della provincia di Siena, Eurobic, Fises, Confesercenti Siena, Assoindustria, Centro Sperimentale del Mobile, Comune di San Giovanni d’Asso, Enoteca Italiana, Apit Innovazione.

Tra i sottoprogetti già conclusi c’è Protur, un intervento volto a realizzare proposte formative a supporto della qualificazione professionale dei lavoratori e delle imprese turistiche in ottica transnazionale.

E’ stato seguito da Confesercenti con CESCOT, Enoteca Italiana, Istituto Politecnico di Tomar (Portogallo), Università Européenne des Senteurs et Saveurs (Provenza). Con Protur, a Siena, oltre 30 operatori della città e della provincia hanno partecipato a “Il gusto di imparare – Aggiornamento senza confini nella ristorazione”  decretandone il successo. Per la prima volta a Siena (il 7, il 14 e il 15 novembre) sono arrivati quattro importanti cuochi per un corso di aggiornamento sui sapori internazionali all’insegna della contaminazione tra i gusti mediterranei. Sono saliti in cattedra i rappresentanti della cucina italiana, portoghese e francese. I primi sono stati gli italiani Roberto Petza del ristorante S’Apposentu di Cagliari e Gennaro Esposito, il bomber degli chef italiani lavora presso il ristorante Torre del Saracino a Vico Equense. Dunque è stata la volta dei portoghesi Joao Augusto de Oliveira Pereirinha e Noelia M. Nunes Costa, chef di Benavente in Portogallo, giovani esponenti della ristorazione portoghese che vantano esperienza significativa sia in prestigiose cucine che in importanti occasioni formative. Sono seguiti Gerard Vives, chef di “Le lapin tant pis” di Forcalquier in Haute Provence. Vives è l’inventore del “comptoir des poivres”, ed è riconosciuto come uno dei maggiori specialisti in materia di spezie.

Per quanto riguarda il mobile e il complemento, oltre quaranta sono le proposte di nuovi usi per il travertino emerse da Design e Territorio, il sottoprogetto gestito dal Centro Sperimentale del Mobile con partner il Corso di Laurea in Disegno Industriale di Firenze, della Scuola di Belle Arti di Marsiglia e dell’Istituto Politecnico di Tomar. Tra le proposte emerse dai 20 studenti (italiani, francesi e portoghesi) che hanno lavorato all’iniziativa, ci sono una seduta in travertino, giochi per l'infanzia, fioriere, un mostro preistorico per posteggiare i motorini: il tutto completamente in travertino. Il workshop finale si è svolto dal 24 al 28 ottobre a Serre di Rapolano.

Seminario finale anche per CoopMob il 23 novembre in Portogallo, con la presentazione di alcune proposte di design per le aziende portoghesi. Si tratta, come detto, dell’ultima fase dell’iniziativa al fine di rispondere all’obiettivo di promuovere e sviluppare il settore del mobile in questo paese attraverso il design, l’innovazione del prodotto e l’internazionalizzazione. Al progetto partecipa il Centro Sperimentale del Mobile come partner di Terra do Móvel - Associação para a Promoção e Desenvolvimento do Mobilário.

Inoltre, sabato 11 novembre sono stati presentati anche i risultati della sperimentazione della canapa da parte del Comune di San Giovanni d’Asso. Sono stati prodotti 200 litri di olio di canapa, 1200 saponette composte per il 20 % di olio di canapa e per il 20 da grassi naturali. L’iniziativa fa parte del progetto “Conforter et Valoriser les Filieres Locales” parte integrante di Interreg EDDT, il programma di cooperazione coordinato da Eurobic Toscana Sud la cui finalità è quella di valorizzare i settori locali dei prodotti naturali e le produzioni regionali attraverso l’uso dell’immagine del territorio e delle sue materie prime.

Inoltre, continua l’attività di Help, ovvero la proposta di servizi di consulenza strategica per lo sviluppo delle aziende del territorio. Sono in corso le interviste alle aziende della Valdelsa dopo la ricerca in Val di Chiana.

A breve saranno presentati anche i risultati di Formation sur le tourisme durable il progetto volto alla elaborazione di uno studio per una struttura dedicata all’alta formazione sul turismo. Infine, a breve conclusione anche per Ecoidentité il progetto che sta sviluppando un archivio dei materiali per costruire una sorta di ‘cartografia’ delle tecnologie e dei materiali a livello locale, nazionale e internazionale per il settore del mobile e complemento.

 


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com