Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » 1000 gli stranieri al voto per la consulta comunale di Poggibonsi

Sono 1.009 i cittadini extracomunitari residenti a Poggibonsi chiamati domenica prossima al voto per eleggere per la prima volta la consulta comunale per stranieri.

In totale Poggibonsi, con una popolazione complessiva di poco superiore ai 28mila abitanti, conta 1.301 persone provenienti dai paesi che non fanno parte della Comunità Europea. A queste si devono aggiungere 45 cittadini della Ue. Dei 1.009 cittadini aventi diritto al voto (gli altri sono minorenni), 602 sono uomini, mentre 407 sono donne.

Le aree geografiche rappresentate

La geografia degli stranieri residenti a Poggibonsi vede ben 60 paesi rappresentati. Ci sono le dodici nazioni che appartengono alla Ue e quelle che ancora non ne fanno parte (689 cittadini) e ci sono tutti gli altri continenti: l’Africa con 437 rappresentanti, l’America con 52 e l’Asia con 123. Unica esclusa, l’Oceania.

Per quanto riguarda l’Europa, la rappresentanza più consistente degli extraUe è costituita dagli albanesi, presenti con 254 maschi e 174 femmine, seguiti dai rumeni, 10 maschi e 16 femmine e dai cittadini della Federazione russa, 2 maschi e 12 femmine. L’Africa è presente con dieci paesi: tra i più rappresentati, il Senegal con 160 uomini e 25 donne, il Marocco con 33 uomini e 25 donne seguito dalla Tunisia con 34 maschi e 17 femmine. Massiccia anche la presenza dal continente asiatico con tredici stati che hanno propri rappresentanti a Poggibonsi. In totale, la cittadina conta 47 filippini (17 uomini e 30 donne), 18 cinesi e 9 uzbeki (2 maschi e 7 femmine) oltre a numerose altre piccole comunità tra le quali quella indiana vanta il numero maggiore di presenze con 7 cittadini (5 maschi e 2 femmine). Per quanto riguarda, invece, l’America, sono sei i cittadini provenienti dall’Argentina (2 maschi e 4 femmine) e dalla Colombia (un maschio e 5 femmine), undici quelli originari della Repubblica Domenicana (5 maschi e 6 femmine), quattro quelli che provengono da Cuba, tutte donne, come tutte donne sono le tre rappresentanti del Brasile.

Le liste

Le sei liste per l’elezione della consulta tengono conto della geografia di provenienza degli stranieri con l’eccezione dell’Asia e dei paesi latino-americani, che non hanno presentato alcun candidato.

C’è la lista «Mondo Insieme» con i candidati Yassine Belkassem (Marocco), Sodki Abdelaziz Ben Mahmoud (Tunisia), Okono Joseph (Congo). C’è «Russia Europa Est» i cui candidati sono Alexandrova Tatyana (Repubblica Uzbekistan) e Simvolokova Tatiana (Russia). Ci sono poi le due liste albanesi «Iliria» i cui rappresentanti sono tutti quanti di Valona (Bubeqi Arben, Kasemi Elona, Nurredini Saimir, Tahiri Astrit, Haruni Dashamir) e «Parità e diritti» con Kosturi Esat (Durazzo) e Demishaj Budion (Fier). Infine la lista «Unione Senegalese» con Gueye Serigne Kunta, Gueye Moussa Ndioumbe, Diawara Mouhamed, Diagne Macode.

Come si vota

Ciascun elettore ha diritto di votare per un solo candidato, facendo un segno accanto al nome prescelto.

Il seggio elettorale, aperto dalle 8 alle 20, sarà unico e sarà posto al piano terra del Palazzo del Comune, in piazza Cavour 2.

In questi giorni è in corso la consegna dei certificati elettorali per gli stranieri che hanno diritto di votare. Chi non avesse ricevuto il certificato, può rivolgersi all’ufficio Elettorale del Comune o all’Urp, ufficio Relazioni con il pubblico.

La consulta

La consulta, composta dai candidati eletti alle elezioni, elegge a sua volta un presidente e un vice presidente che parteciperanno alle sedute consiliari con solo diritto di parola, anche se potranno presentare interrogazioni e mozioni e usare gli strumenti tipici del consigliere comunale pur non avendo facoltà di voto.

Per la consulta possono votare i cittadini di un paese extra Ue o gli apolidi, che siano in possesso di un titolo di soggiorno regolare o in corso di rinnovo, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e siano iscritti all’anagrafe e che non siano stati privati del diritto di voto per cause previste dalla legge. Per poter essere eletti occorre essere in possesso degli stessi requisiti previsti per votare e non essere membri di organismi analoghi.

Le elezioni si svolgono attraverso la presentazione di liste sottoscritte da almeno dieci persone e si tengono in una sola giornata, quella di domenica.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com