Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Illuminazione artistica per il Castello di Monteriggioni

Il sindaco Bruno Valentini: «Il progetto è stato scelto perché valorizza l’unicità dell’architettura medievale del Castello senza scivolare verso forzature scenografiche»

Nuova luce per il Castello di Monteriggioni. Stanno infatti per iniziare i lavori di realizzazione della nuova illuminazione “monumentale” della cinta muraria del Castello di Monteriggioni. Si tratta di un progetto da 500mila euro, finanziato per 235mila dalla Fondazione Monte dei Paschi. «L’attuale illuminazione – spiega il sindaco Bruno Valentini - è inadeguata alla bellezza del Castello perché gran parte del fascio di luce viene dispersa verso l’alto ed inoltre la vegetazione circostante produce sulle mura ombre che non permettono di apprezzare lo straordinario d'insieme della cinta muraria consentendo solo visioni parziali».
L’illuminazione funzionerà attraverso sorgenti luminose (distribuite su tre circuiti, su palo e a terra) che non saranno direttamente visibili e la luce di ogni tratto di mura fra due torri sarà sfumata in modo da non smorzare l’ombra della torre stessa e per non vanificare l’effetto tridimensionale. Poiché l’immagine del Castello è strettamente legata al posizionamento sul vertice della collina che incombeva su uno degli itinerari della via Francigena, l'illuminazione è studiata in modo da evitare di far percepire a coloro che osserveranno la cinta muraria come se fosse sospesa nel vuoto, “sfumando” il terreno su cui poggia. «Il progetto – continua il sindaco Valentini - è stato scelto perché valorizza l’unicità dell’architettura medievale del Castello senza scivolare verso forzature scenografiche».

Prima di dare il via alla realizzazione della nuova illuminazione sono state fatte delle prove alla presenza del sovrintendente ai Beni Architettonici e al Paesaggio Giovanni Bulian e al funzionario di zona, architetto Giuseppe Giorgianni. Il flusso luminoso sarà regolabile, ispirato a criteri di risparmio energetico, a orari programmabili, con circuiti autonomi in caso di malfunzionamento e con segnalazione automatica di guasti con controllo a distanza.

«Il Castello di Monteriggioni – conclude Valentini – sta vivendo un periodo positivo sotto l’aspetto turistico, testimoniato dall’eccezionale successo del camminamento sulle mura, che nel 2006 ha registrato la vendita di circa 70mila biglietti, ragazzi esclusi. L’assessorato al Turismo sta anche predisponendo un interessante progetto di museo didattico per le armi medievali che consentirà di imparare, divertendosi, a conoscere armi, armature e macchine da guerra utilizzate al tempo della caduta di Monteriggioni e, l’anno dopo, della Repubblica di Siena»


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com