Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato a Dicembre 2017
>> Dormire
>> Last minute 16 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Accordo di programma per 850mila euro tra Comune di Monteriggioni, Acquedotto de

Il sindaco Bruno Valentini: «Il Comune sosterrà i costi di progettazione e realizzazione, e anche di appalto dei lavori, che si svolgeranno sotto la supervisione dei tecnici del Fiora. Dopo due anni, nel 2009, Acquedotto del Fiora spa restituirà al Comune le risorse impegnate nell’opera». Ammonta a 850mila euro l'intervento per il potenziamento dell'acquedotto tra la Tognazza e Santa Colomba, frutto dell'accordo di programma tra Comune di Monteriggioni, Acquedotto del Fiora ed Autorità di Ambito.  «Per accelerare il procedimento – sostiene il sindaco di Monteriggioni Bruno Valentini - abbiamo proposto al Fiora ed all’Autorità di Ambito di sperimentare un iter che vedrà il Comune sostenere i costi di progettazione e realizzazione, ed anche di appaltare i lavori, che si svolgeranno sotto la supervisione dei tecnici del Fiora. Dopo due anni, nel 2009, Acquedotto del Fiora spa restituirà al Comune di Monteriggioni le risorse impegnate nell’opera che verrà alfine trasferita in proprietà al Fiora». «Si tratta di un’operazione innovativa – afferma Valentini – che vede il Comune scendere in campo per cooperare con il Fiora a rispondere più rapidamente ed efficacemente alle domande dei cittadini».
L’area interessata dal progetto è quella che scende dalla Tognazza, passa attraverso Pian del Lago e finisce a Santa Colomba.
«Si tratta - spiega il sindaco Bruno Valentini - di una zona interessata da un consistente processo di crescita demografica che è il prodotto sia di nuove edificazioni che, principalmente, del restauro di complessi ex rurali esistenti».
«Ecco perché – continua - il Comune si è preoccupato per tempo dell’adeguamento della rete dell’acquedotto della zona all’aumento della popolazione. A questo scopo sono state definite dall’assessorato all’Urbanistica apposite convenzioni che prevedono oneri aggiuntivi a carico delle imprese che ristrutturano, al fine di contribuire al potenziamento della rete degli acquedotti e fognaria».
Per migliorare la rete idrica è stato intrapreso un percorso che ha visto protagonisti Comune, Acquedotto del Fiora spa e l’Autorità di Ambito Ottimale competente e che è sfociato in un Accordo di Programma che definisce obiettivi, competenze, finanziamenti e tempistica.
«Il primo passo – continua il sindaco - sarà quello, a cura del Fiora, di progettare e realizzare un nuovo pozzo a Pian del Lago, che si affiancherà a quello esistente, che ha carenze tecniche che possono comprometterne la continuità di servizio, costringendo ad attingere acqua dalla rete di Siena. Successivamente verranno sostituite buona parte delle condutture di distribuzione, che partono dal serbatoio di San Dalmazio, collegato direttamente con il pozzo di Pian del Lago. La rete di distribuzione da potenziare riguarda le frazioni di Tognazza, San Martino, Fornacelle, Monteresi, Ceppo, Riciano, Colle Ciupi, Fungaia, Santa Colomba».
Importante sarà anche il ruolo che svolgerà il Comune, non semplice spettatore dell'operazione.
«Grazie alla collaborazione con le imprese costruttrici – aggiunge Adriano Chiantini, assessore all’Urbanistica – verrà anticipato, il denaro necessario per la progettazione e la realizzazione delle opere necessarie, anche se tutti i lavori verranno effettuati in stretta collaborazione con il Fiora».
Soddisfazione per l'accordo raggiunto è stato espresso anche dal Fiora. «L’accordo raggiunto - afferma Claudio Ceroni, presidente di Acquedotto del Fiora - è esemplificativo di come la sinergica collaborazione tra Amministrazione Comunale, AATO e Fiora consenta di raggiungere l’obiettivo comune di erogare un servizio migliore al cittadino/cliente».
«Credo – aggiunge il sindaco Valentini - che quei territori, come Monteriggioni, che hanno una dinamica di crescita più sostenuta devono contribuire direttamente, con modalità diverse, alla “missione” istituzionale del Fiora spa, che è il soggetto gestore per conto dei Comuni del ciclo integrato delle acque: acquedotto, fognatura e depurazione».


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com