Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Progetto Ecoacquisti

Non soltanto riciclaggio ma anche diminuzione dei rifiuti. E’ questo l’obiettivo che il Comune di Poggibonsi si propone di raggiungere con una serie di iniziative, tra cui «Prima del riciclo», un convegno che si svolgerà venerdì 14 novembre alle 9 nella Sala Quadri del palazzo comunale.

Il convegno si inserisce nel «Progetto ecoacquisti», con cui l’amministrazione intende coinvolgere cittadini ed esercizi commerciali in una sinergia finalizzata a ridurre la produzione di rifiuti. «E’ necessario – sottolinea l’assessore all’Ambiente Francesco Livi – incentivare e promuovere una serie di piccoli comportamenti in grado di portare alla produzione di meno rifiuti. Questa attività andrà a sommarsi al grande sforzo già fatto dai cittadini poggibonsesi nella raccolta differenziata, che ci vede ormai da anni primeggiare in Italia».

«Il convegno di venerdì – prosegue Livi – sarà un utile momento di approfondimento sulle questioni più tecniche, in quanto saranno presenti esperti di sviluppo ambientale, di sostenibilità e di prodotti biodegradabili».

I lavori inizieranno alle 9 con i saluti dell’assessore Livi. A seguire, alle 9.20, Paolo Silingardi di Achabgroup parlerà del «Progetto ecoacquisti». Quindi, alle 9.50, Andrea Rigato e Francesca Arena, del centro Studi Qualità Ambiente dell’Università di Padova, illustreranno il ciclo di vita LCA. Dopo la pausa caffè Stefano Mambretti, responsabile commerciale di Novamont Italia, parlerà di chimica, di ambiente e di sviluppo sostenibile. Quindi, alle 11.30, Anzio Negrini di T.E.A. e Giulio Davoglio, assessore all’ambiente del comune di Suzzara (Mn), illustreranno il resoconto di un’esperienza fatta in ambito comunale.

Concluderà l’incontro, alle 12, Tommaso Franci, assessore all’ambiente per la regione Toscana.

Meno rifiuti significa minori costi per la Comunità e minore inquinamento dell’ambiente. Per fare un esempio, se ogni cittadino adopera i fazzoletti di carta invece di quelli di stoffa, su una popolazione di 28.000 cittadini questo si traduce in tonnellate e tonnellate di rifiuti in più.

«Il Progetto Ecoacquisti – sottolinea l’assessore all’Ambiente Francesco Livi - si basa su una realtà vincente, quella raccolta differenziata a cui i cittadini poggibonsesi hanno partecipato permettendo di raggiungere vette di oltre il 40 per cento. Fa sempre bene ricordare – prosegue Livi – che dal 1999 Poggibonsi è stato tutti gli anni riconosciuto Comune più «riciclone» del Centro Italia. Ma questo non basta in quanto i rifiuti, secondo un andamento ormai consolidato e generale in tutta Italia, hanno un trend di crescita del 3-4 per cento ogni anno, cioè crescono quasi allo stesso modo della raccolta differenziata e dello smaltimento dei rifiuti. Proprio per questo è necessario agire anche su un altro fronte, quello dell’abbattimento dei rifiuti».

La campagna iniziata in questi giorni con la distribuzione a domicilio dei manueletti intende coinvolgere prima di tutto i cittadini in una serie di comportamenti più consapevoli. Alcuni esercizi della città hanno aderito all’iniziativa, impegnandosi per ora e per il futuro a partecipare alla raccolta differenziata, ad usare prodotti meno tossici, a rendere disponibili articoli con meno imballaggi, più durevoli, meno “usa e getta”. Questi accorgimenti, se adottati, possono portare a produrre meno rifiuti. Negli esercizi che hanno aderito all’iniziativa, sempre aperta a quanti vorranno partecipare, saranno collocati manifesti e opuscoli. Una parte fondamentale del «Progetto Ecoacquisti» è l’informazione, mirata a sottolineare l’importanza di tante piccole azioni quotidiane che, nell’insieme, influiscono positivamente sulla quantità dei rifiuti prodotti.

«La raccolta differenziata - conclude Livi - consente una maggiore tutela dell’ambiente e un risparmio delle materie prime e questo va bene. Ma è il momento di cominciare a comportarsi in modo consapevole. Molti prodotti che acquistiamo spesso sono fatti in modo da trasformarsi subito in una parte di rifiuti. Basta pensare ai prodotti usa e getta o agli imballaggi fatti solo per attirare l’attenzione e rendere l’oggetto più gradevole alla vista. Una piccola attenzione nelle spese può contribuire a ridurre di tonnellate e tonnellate la produzione di rifiuti».

A fine novembre saranno disponibili nel sito del Comune di Poggibonsi tutte le informazioni per la riduzione dei rifiuti, informazioni che saranno costantemente aggiornate anche utilizzando consigli e suggerimenti che i cittadini vorranno fornire.


DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com